Darwinismo Sociale

March 15, 2020

Sono “fresche” e “lucidamente agghiaccianti” le dichiarazioni del premier inglese Boris Johnson riguardo alla probabile futura virulenza del famigerato Corona Virus nel territorio della…questa volta è quanto mai opportuna come definizione… perfida ALBIONE…ovverossia il Regno Unito.

In buona sostanza e senza tanti giri di parole…quando lo stesso afferma che si prevede e si auspica una “Immunità di Gregge” e sentenzia che molti si dovranno preparare alla perdita dei propri cari, si immette nell’alveo di quella che di fatto è pura, cinica, orrenda…SELEZIONE DELLA SPECIE!

Se uno è debole per diversi motivi…pace all’anima sua…in quanto individuo non produttivo e funzionale al sistema liberista/liberale(!!!!) può anche andare serenamente all’altro mondo che nulla ci importa, anzi…come nella società spartana solo i forti hanno diritto alla sopravvivenza…quindi una bella Rupe Tarpea come a Roma o nella più famosa Sparta, rappresentata dal non fare nulla per evitare il contagio, potrebbe essere utile allo scopo!

In fondo le analogie con il trattamento che i nazisti riservavano ai portatori di handicap e a chi aveva la sindrome di Down era analoga…o no?

Ora…faccio volontariamente una provocazione di origine direi “somatica”…ma voi affidereste qualcuno dei vostri cari o le vostre proprietà a qualcuno con il volto e i tratti caratteristici di un evidente “pazzo scatenato” senza arte, né parte, né alcuna classe o nobiltà d’animo che risponde al nome di Boris Johnson?

Voi obietterete, anche legittimamente, che è stato eletto democraticamente…appunto dico io…

Ciò sta a significare che il paese Inghilterra è in una deriva culturale evidente, figlia delle consuete e già conosciute paure derivanti dal timore di far parte di qualcosa di più grande (EUROPA) e perdere i propri presunti privilegi o rendite a causa anche del fenomeno dell’immigrazione!

Il DNA colonialista predatorio e coercitivo che ha caratterizzato la storia di questo paese e che ha esportato, per altro, in gran parte del mondo moderno, ha fatto sì che ormai confinati in poche migliaia di metri quadri in mezzo all’oceano, diventassero paradossalmente la nemesi di sé stessi, cercando volontariamente un auto isolamento vanagloriosamente sbandierato e addirittura portato ad esempio!

Le frasi e le prese di posizione di quel “malefico” personaggio di nome Boris sono l’esatta iconica rappresentazione dell’inglese medio!

Se dunque il Darwinismo sociale è non solo perseguito, ma anche accettato da quel popolo, significa che siamo di fronte a un pericolo sostanziale importante!

Voglio essere chiaro…qual è il pericolo che intravedo?

Che questo sistema biecamente antisociale distrugga l’evoluzione culturale di un sistema paese come il nostro basato, almeno nella sanità, sulla possibilità e il diritto (sì c’è qualcosa di male a parlare di diritti?) che tutti abbiano le cure necessarie in caso di necessità.

E’ un fattore/valore dirimente per chi considera la democrazia rappresentativa, nonostante tutte le sue imperfezioni, come un sistema che tuteli i diritti di tutta la collettività, almeno sulla carta…ma siamo degli ottimisti in merito.

Come potrebbero distruggere il nostro stato sociale frutto di conquiste fatte passo dopo passo a costo di sacrifici e lotte sociali?

Attraverso la sirena di questo fantomatico liberismo/liberale di stampo anglosassone che mira invece, come sottolineato in precedenza, a costruire una società basata solo sul forte, sul ricco e sul presunto, attenzione solo presunto, stato meritocratico.

Un grande inganno dietro all’angolo, peccato che gli uomini forti piacciano, Johnson ne è un esempio, ma purtroppo ciò sta avvenendo anche nell’italico suolo e dunque possibili “riforme” del nostro stato sociale possono essere falsamente ritenute necessarie (conti pubblici?) quindi possibili…e letali.

Eppure…eppure…nonostante tutto questo pericolo potenziale, ma vicino più di quanto si creda, sento ancora tanti italiani additare quel paese come esempio di “libertà”, di opportunità, di possibilità!

Si sprecano sui social interlocuzioni di “edotti” con titoli di qualsiasi natura addirittura colloquiare o editare post in inglese…per spocchia, per snobismo, perché fa chic far sapere che si conosce l’inglese.

Ho avuto modo di conoscere persone di vari ambienti e formazione fare discorsi o eseguire presentazioni di molteplici argomenti servendosi di frasi fatte e termini definiti inglesismi che quasi non si riusciva a capire il senso dei loro interventi.

Il reale problema e che qualcuno di loro non conosceva veramente bene l’italiano, meglio dunque darsi un tono…e usare qualche bell’inglesismo arrapante e “coinvolgente”.

Capisco che molti assertori e crociati della meritocrazia (che non esiste in Italia, ma non solo) possano avere come faro la perfida Albione…lo capisco credetemi, ma se oggi foste nella grigia e paludosa Londra e aveste con voi il vostro caro nonno di 80 anni che tanto vi ha regalato momenti di gioia e magari aiutati a studiare con la sua pensione e improvvisamente lo stesso si ammalasse?

Beh direte voi, me lo cureranno a dovere, siamo nel paese delle opportunità, della libertà, della meritocrazia…eh no…cari amici miei…Darwin e Boris insegnano…dovete abituarvi, il vostro nonnetto schiatta…è un debole… costa alla collettività…non serve più, pace all'anima sua!

Ora…provocazione a parte…siamo davvero noi un paese di cialtroni, un paese che potrebbe essere in cima al mondo come guida per sapere, cultura, paesaggio, storicità…e abbiamo invece i peggiori difetti che non sto ad elencare…ma in una cosa siamo bravi…siamo solidali nelle emergenze e nell’aiutare chi sta male ed il nonno, se possiamo, facciamo di tutto per salvarlo!

Meditate italiani anglofoli…meditate!

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

POST RECENTI

March 15, 2020

February 22, 2020

September 30, 2019

Please reload

MADE BY SOPHIE WITH LOVE

PUBBLICAZIONI

Il Respiro dell'ignoto

Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Collana: Nuove voci
Anno edizione: 2015
Pagine: 98 p. , Brossura
EAN: 9788856775341

 

© 2020 by Giampaolo Guzzoni             

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon