Un seme....una vita


Ti ho osservato.....piano piano, da quando un leggero sbuffo verde è comparso in quella piccola fenditura di un angolo della mia casa, ti ho lasciato crescere, non ti ho scacciato, non ti ho estirpato.....volevo vedere il tuo sogno esplodere, volevo vedere il tuo colore, la tua vita.

Un seme, un piccolo seme volatile nell'etere ha raggiunto, per uno scherzo del destino, non un campo, non un terreno, ma quel piccolo luogo, aspro ed apparente inospitale e ne ha fatto la sua casa, per vivere, per donarmi la sua forza, la sua essenza, il suo messaggio.

Perché gli umani non imparano, perché l'uomo bianco non impara ed invece di lasciare che il proprio seme fiorisca su tutta l'accogliente terra si adopera esattamente al contrario elevando barriere che prima che diventino fisiche sono già culturali, direi morali.

Ancora non abbiamo compreso, siamo nulla nell'immensità, ma non lo percepiamo, allontanandoci dal nostro cammino verso una speranza comune ed invece continuiamo aprioristicamente ad odiare, discriminare, pensare che siamo diversi ed inconciliabili......questo è un pensiero tipico della destra più reazionaria, più ortodossa, più pericolosa.......quella neo fascista.

La destra peggiore è quella che pensa che le differenze siano inevitabili, persegue politiche non egualitarie, sottace ai potenti in quanto tali e tende a schiacciare i deboli, in quanto non utili ad un mondo competitivo, afferma come valore assoluto la meritocrazia ma non si cura di come un politico od un imprenditore ha successo, basta che quel successo l'abbia raggiunto e ripeto non importa come, se lecitamente o illecitamente.

Oggi sono convinto che tutte le ideologie abbiano fallito, compresa la sinistra, che peraltro non esiste più, almeno quella lungimirante che lottava per una equa redistribuzione delle ricchezze senza penalizzare il merito.

Ma il pericolo di oggi è lo sdoganamento di un linguaggio da ventennio che prelude a tempi bui nei quali si evidenzieranno i peggiori, inguardabili ed inascoltabili cattivi maestri......neofascisti, già presenti nell'odierno, scialbo, panorama politico

Quel seme, quella vita è una metafora.........loro schiacciano la debolezza, la diversità, io ringrazio chi mi ha insegnato il valore della pietà, della tolleranza, del diritto di tutti alle pari opportunità.

Il mio PAPAVERO è NATO...................................

#destrareazionaria #neofascismo #PAPAVERO

POST RECENTI

MADE BY SOPHIE WITH LOVE

PUBBLICAZIONI

Il Respiro dell'ignoto

Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Collana: Nuove voci
Anno edizione: 2015
Pagine: 98 p. , Brossura
EAN: 9788856775341

 

© 2020 by Giampaolo Guzzoni             

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon